domenica 16 febbraio 2014

La vita segreta di Darwin - Happy BirthDay

Ehi ehi, lo so che il compleanno di Charly era il 12 febbraio e non oggi e che ormai tutti i blog della terra ne hanno già parlato, ma non credo che si offenderà per qualche giorno di ritardo. E dato che tutti saprete che Darwin è conosciuto per aver formulato la teoria dell'evoluzione delle specie, tralascerò questo ENORME particolare per parlarvi di qualche curiosità sulla sua vita.

Charles ha sempre amato fare lunghe passeggiate osservando la natura, collezionare animali, pietre e piante. So che vi immaginate Darwin come un vecchietto studioso e scontroso. Certo, la curiosità non gli mancava, ma non è mai stato uno studente modello. Rincuoratevi, studenti di ogni dove.




A scuola lo chiamavano Gas, perchè si divertiva a fare esperimenti in laboratorio con il fratello Erasmus e a 12 anni confessò in una lettera che si lavava i piedi solo una volta al mese perchè non poteva permettersi il sapone.

A 16 anni il padre medico lo mandò ad Edimburgo a studiare medicina, ma non era la sua vera passione, alla medicina preferiva  analizzare le spugne marine.

Nella sua autobiografia scrive: "Sono nato a Shrewsbury (Inghilterra) il 12 febbraio 1809. Credo che mio padre e i miei maestri mi giudicassero un ragazzo mediocre, un po’ al di sotto del livello intellettuale medio. Mio padre mi disse una volta con mia profonda mortificazione: “Non fai altro che andare a caccia, occuparti di cani e catturare i topi, e sarai perciò una disgrazia per te stesso e per la tua famiglia!

Charles Darwin, Autobiografia, Einaudi.



Il padre allora gli suggerì di diventare prete e lo mandò a studiare a Cambridge. Ma anche qua Charles non era appassionato, non amava la teologia e passava il tempo divertendosi: andava a caccia, cercava  coleotteri e li collezionava insieme al cugino.






Nell'autobiografia racconta che non c'era niente che gli desse tanto piacere quanto collezionare coleotteri e descrive lo zelo con cui lo faceva grazie a un aneddoto: un giorno, mentre stava sollevando una vecchia corteccia, vide due rari coleotteri e ne raccolse uno per mano. Poco dopo ne vide un terzo e per non farselo scappare si mise in bocca uno degli insetti. Questo però, affatto d'accordo, emettendo una secrezione acida, obbligò Charles a sputarlo, perdendo sia il secondo che il terzo coleottero. Pensa te a cosa porta la passione per scarabei e maggiolini.


Tra le altre cose Darwin era affascinato dai sapori strani e durante il suo periodo di studi mise su un dinner club, il "Gourmet Club", dove si potevano mangiare carni particolari, tra cui quella di falco e tarabuso. E il fascino che aveva per i sapori inusuali non si fermò qui. A 22 anni prese parte ad un viaggio intorno al mondo, durante il quale assaggiò -e apprezzò molto, definendolo simile all'anatra- l'armadillo, un roditore color cioccolata -probabilmente agouti- che definì la migliore carne mai assaggiata. In patagonia assaggiò il puma e sulle Galapagos le tartarughe giganti.


Il viaggio sulla nave Beagle durò 5 anni e gli fece visitare moltissimi posti, tra cui Sud america, Isole Galapagos, Nuova Zelanda, Australia e Sud Africa. Contando che il povero Darwin soffriva terribilmente di mal di mare, fece un bel giro. Per il suo 25° compleanno il capitano della nave Beagle, Capt. Fitzroy, decise di fargli un regalo un po' diverso dal solito, così gli dedicò una montagna sulle Ande e la chiamò Cordillera Darwin.


Una volta tornato da questo lungo viaggio, a 29 anni iniziò a pensare di sposarsi, così fece una lista dettagliata di pro e contro riguardo al matrimonio. Tra i benefici c'erano la possibilità di avere bambini, una casa accogliente e una dolce moglie che gli tenesse compagnia durante la vecchiaia, una compagnia "sempre meglio di un cane", scrive. Tra i contro: perdere la libertà di andare dove si vuole e le conversazioni con uomini intellettuali al club, le visite forzate ai parenti, la perdita di tempo e le spese per i figli.

Alla fine i pro dovevano essergli sembrati più dei contro, perchè decise di sposarsi.. con sua cugina, Emma. Questa era una donna fuori dal comune, studiosa, dalla mente aperta e dalla personalità interessante. Il matrimonio con Emma fu per Darwin di fondamentale importanza ed ebbe da lei dieci figli (sì, proprio dieci!) che amò affettuosamente. 
La salute di Darwin era sempre stata instabile, ma via via che passava il tempo peggiorava sempre più e gli rese la vita difficile. È forse per questo che nelle foto che lo ritraggono anziano appare con un'espressione scontrosa o pensierosa.


Tra viaggi e malattia, Darwin scrisse un'enorme quantità di lettere.
Se siete curiosi, vi consiglio di guardare questo sito: Darwin correspondance project (link) in cui si possono trovare i testi originali di più di 7500 lettere e non solo.



3 commenti:

  1. I disegni sono veramente bellissimi, aspettiamo di vederne molti altri

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina